Nel nostro blog abbiamo trattato, nel tempo, diversi argomenti nel settore del neuromarketing, anche questo è uno di quelli. Approfondiamo, dunque, la differenza tra 4 “tipi di creatività” e come sfruttarli per ottimizzare le tue attività di marketing online.

I quattro tipi di creatività

Secondo Arne Dietrich, dal punto di vista delle scienze neurologiche e del cervello, esistono quattro tipi di creatività:

  • Creatività deliberata e cognitiva
  • Creatività deliberata ed emotiva
  • Creatività spontanea e cognitiva
  • Creatività spontanea ed emotiva
4 tipi di creatività

Creatività deliberata e cognitiva

La creatività deliberata e cognitiva si fonda su un impegno costante.
Per Dietrich, questa tipologia di creatività nasce dalla corteccia prefrontale (PFC), posizionata subito dietro la fronte. In questa area non si forma il pensiero creativo in quanto la PFC mira esclusivamente a focalizzare l’attenzione e a collegare tra loro varie informazioni memorizzate in altre parti del cervello.
Un classico esempio è un inventore che sfrutta le proprie conoscenze per creare qualcosa di incredibile.

Creatività deliberata ed emotiva

Come la precedente, anche la creatività deliberata ed emotiva coinvolge la PFC, ma in questo caso non ci si basa su una determinata area di conoscenza, ma al contrario, ci si focalizza su intuito, sentimenti ed emozioni.
Per esempio, quando prendi una decisione improvvisa guidata da quello che provi in quel momento.

Creatività spontanea e cognitiva

La creatività spontanea e cognitiva abbandona la parte consapevole della mente per dare spazio a quella non consapevole.
Un esempio di questa capacità è quando spendi diverso tempo a trovare la soluzione ad un problema, per poi vederla concretizzarsi nella tua testa quando sei impegnato/a in tutt’altro.

Questa tipologia di creatività richiede un insieme di conoscenze preesistenti (parte cognitiva).

Creatività spontanea ed emotiva

Infine, abbiamo la creatività spontanea ed emotiva. Questo tipo di competenza deriva dall’amigdala, l’area in cui vengono elaborate le emozioni principali.
In questo caso, non sono richieste particolari conoscenze, ma spesso occorrono determinate abilità (di scrittura, canto ecc) per concretizzare quanto pensato.
Ad esempio, i musicisti e gli artisti sfruttano proprio questo principio per produrre la loro arte.

 

Come possiamo, quindi, applicare tutti questi concetti nelle attività di digital marketing?

Come hai notato, esistono diverse tipologie di creatività. Durante la fase di progettazione di un’esperienza per gli utenti è bene domandarti, fin da subito, quale tipo di creatività utilizzare per i diversi obiettivi!

Ad esempio, puoi utilizzare la creatività deliberata e cognitiva per sviluppare contenuti informativi e persuasivi basati su ricerche approfondite e conoscenze specifiche del settore. Allo stesso tempo, puoi sfruttare lo strumento della creatività spontanea ed emotiva per creare contenuti coinvolgenti che risuonino emotivamente con il pubblico, come storie ispiranti o messaggi che evocano emozioni positive.

Ti serve un aiuto con la tua comunicazione online?

Noi di ARS siamo pronti per aiutarti!

Contattaci ora

Articoli Consigliati

Come pianificare i contenuti per i social

Per pianificare e progettare i post e le storie per i tuoi profili social puoi utilizzare delle semplici tecniche che ti aiutano a raccogliere le idee e a trasformarle in contenuti.

Leggere di più


0 Commenti7 Minuti

Come raggiungere i tuoi obiettivi con il Segreto della Legge dell’attrazione

Come raggiungere i tuoi obiettivi con il Segreto della Legge dell’attrazione

Come funziona la legge dell’attrazione e come può cambiare la tua vita: ecco una Vision Board di esempio!

Leggere di più


0 Commenti4 Minuti

Kit per costruire le personas

Conosci veramente il tuo pubblico online?
Traccia subito il suo identikit con le nostre pratiche schede.

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Guida gratuita agli Archetipi Junghiani per il branding

Guida agli Archetipi Junghiani per il branding

Conosci i 12 archetipi junghiani?
Scoprili e costruisci la tua brand identity.

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Checklist della qualità per i siti web

Temi che il tuo sito non stia funzionando? Fai una verifica preliminare e controlla se hai rispettato le regole di base!

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto