YouTube è attualmente il secondo motore di ricerca più  utilizzato al mondo, subito dopo Google. Definirlo come un semplice social sarebbe riduttivo, in quanto si tratta di una piattaforma in continua evoluzione, costantemente al passo con i trend del momento.

Da anni YouTube offre ai suoi creator diversi strumenti tra cui la possibilità di monetizzare con i propri contenuti. Tra le varie funzionalità introdotte, vogliamo soffermarci sugli abbonamenti!
Il vantaggio degli abbonamenti è quello di aumentare la fidelizzazione con la propria community, offrendo vantaggi esclusivi in cambio di un’entrata economica.

In questo articolo vedremo, quindi, cosa sono gli abbonamenti di un canale YouTube e quali sono i requisiti minimi per poterli richiedere.

Abbonamenti canale YouTube: cosa sono?

Gli abbonamenti consentono agli iscritti di un canale YouTube di abbonarsi per supportare un creator, ricevendo in cambio dei vantaggi.

Il proprietario del canale ha la facoltà di creare fino a tre livelli crescenti di abbonamenti, sia in termini di prezzo che di benefici.

Esempio livelli abbonamenti YouTube

Ma come si fa a capire quale sia il prezzo adatto per un abbonamento?
Possiamo farlo tenendo a mente quattro punti chiave:

  • YouTube trattiene il 30% di un singolo abbonamento, oltre l’applicazione delle tasse
  • È utile osservare i prezzi stabiliti dai propri competitor
  • In relazione ai vantaggi offerti, è essenziale non svendere il proprio lavoro
  • Bisogna ragionare in ottica di lungo periodo: una volta deciso il prezzo di un abbonamento, questo non potrà essere mai più modificato!
    L’unico modo per apportare una modifica è quello di eliminare il livello di abbonamento (perdendo eventuali abbonati) e ripubblicarlo nuovamente.
    Invece, i vantaggi inclusi in ogni livello di abbonamento possono essere modificati in qualsiasi momento.

Adesso, una domanda può sorgere spontanea: ma dove compaiono gli abbonamenti?
I pulsanti degli abbonamenti sono ben visibili e sono posizionati nella home di un canale e sotto ogni singolo video.

Sezione abbonamenti YouTube

Esempi di ricompense per gli abbonamenti ad un canale YouTube

Come già detto in precedenza, ogni livello di abbonamento contiene una serie di vantaggi (i vantaggi dei livelli successivi sono inclusi in quelli precedenti).

Quindi quali potrebbero essere delle ricompense da fornire ad un abbonato? Ecco alcuni esempi:

  • Video esclusivi solo per chi è abbonato
  • Video in anteprima prima che diventino pubblici
  • Sondaggi esclusivi
  • Dirette solo per chi è abbonato
  • Entrare in gruppi esclusivi (gruppi Telegram, gruppi Facebook ecc)
  • Informazioni in anteprima (ad esempio la programmazione dei prossimi video)
Video esclusivi per gli abbonati

Ricordiamo che non tutto può essere sfruttato come ricompensa. Ad esempio, YouTube vieta il download di contenuti oppure qualsiasi iniziativa che permetta a uno o più abbonati (ma non a tutti) di ricevere un vantaggio in modo casuale, come i concorsi o le lotterie.

Lasciamo questo link per un maggiore approfondimento delle linee guida.

Come attivare gli abbonamenti YouTube e quali sono i requisiti minimi

Per attivare gli abbonamenti bisogna accedere a di YouTube Studio e poi cliccare sulla voce Guadagna.

Attualmente, i parametri da soddisfare per inviare la richiesta di attivazione degli abbonamenti sono:

  • Avere almeno 500 iscritti al canale;
  • Aver caricato almeno 3 video negli ultimi 90 giorni;

È necessario, inoltre, aver soddisfatto uno di questi due requisiti:

  • Un totale di  3000 ore di visualizzazioni pubbliche;
  • Almeno 3 milioni di visualizzazioni pubbliche con gli Short.
Requisiti minimi abbonamenti YouTube

Lo step successivo da compiere, durante l’attesa per l’approvazione dell’uso degli abbonamenti, consiste nel mettere online un video presentazione degli abbonamenti e pubblicare un post nella tab “Community” per avvisare i propri iscritti di questa importante novità.

Queste due pubblicazioni sono obbligatorie ma c’è un piccolo escamotage per arginarle facilmente: basta selezionare un video non in elenco o privato e programmare il post con una data futura, invece di pubblicarlo subito. Quando YouTube avrà consentito l’utilizzo degli abbonamenti, basterà cancellare il video e il post programmato.

Se vuoi un supporto con il tuo canale YouTube contattaci pure, intanto ti invitiamo a leggere “3 consigli su come crescere su YouTube nel 2024”.

Vorresti ottimizzare il tuo canale YouTube?

Contattaci adesso!

Contattaci ora

Articoli Consigliati

Arrivano gli handle su YouTube: cosa sono e come sfruttarli al meglio

Arrivano gli handle su YouTube: cosa sono e come sfruttarli al meglio

Ecco un approfondimento sugli handle di YouTube, come si creano o si modificano e in quali posizionamenti appaiono.

Leggere di più


0 Commenti2 Minuti

È arrivata la sezione “Per te” nei canali YouTube

È arrivata la sezione “Per te” nei canali YouTube

Tutto quello che devi sapere sulla sezione 'Per te' nei canali YouTube e su come sfruttarla strategicamente.

Leggere di più


0 Commenti1 Minuti