Nel nostro articolo “Come i font influiscono sull’attenzione delle persone nei siti web” ci siamo focalizzati sulla differenza tra il testo con o senza grazie e sui modelli comportamentali che vengono utilizzati inconsciamente dalle persone per esaminare un determinato contenuto.

Questa volta, invece, vogliamo soffermarci sull’uso delle lettere maiuscole e quando sono da preferire a quelle minuscole.

L‘utilizzo delle maiuscole nei siti

Spesso viene detto che è più difficile leggere una parola composta da sole lettere maiuscole rispetto ad un’altra composta da lettere minuscole o da maiuscole-minuscole.

Questo principio nasce dal fatto che le persone leggono riconoscendo le forme delle parole. Le parole formate dalla combinazione di lettere maiuscole-minuscole o solo lettere minuscole, hanno una propria forma specifica, mentre le parole composte da sole lettere maiuscole hanno sempre un’unica forma, ovvero un grande rettangolo, e di conseguenza, in teoria, risultano essere più difficili da leggere.

Forme delle parole

Questo discorso, in realtà, non è stato mai supportato da ricerche scientifiche.

Le persone probabilmente tendono a essere più lente a leggere le lettere maiuscole per un semplice motivo: non sono abituate, non le vedono spesso, poiché i testi che popolano la nostra cultura sono caratterizzati dalla combinazione maiuscole-minuscole. Basterebbe quindi un semplice allenamento per acquisire maggior dimestichezza.

Quindi quando usare le parole composte solo da lettere maiuscole?

Risposta breve: per attirare l’attenzione!

Nel mondo online, l’uso di lettere maiuscole viene spesso interpretato come se si stesse urlando. Il nostro consiglio è di utilizzarle strategicamente per indirizzare l’attenzione dell’utente su contenuti importanti, come avvisi di perdita di dati prima di un’azione specifica o per promuovere promozioni in fase di conclusione.

Continuando questo discorso, è bene sapere che quando leggiamo i nostri occhi si muovono in continuazione, alternando brevi pause. Questi movimenti vengono chiamati saccadi (da sette a nove lettere alla volta) mentre le pause sono definite fissazioni (circa 250 millisecondi).

Ecco un esempio di alternanza di saccadici e di fissazioni.

Movimenti saccadici e di fissazione

Vorresti ottimizzare il tuo sito web?

Siamo qui pronti per aiutarti.

Contattaci ora

Articoli Consigliati

Copywriting e strategia: 8 modi per scrivere una headline

Copywriting e strategia: 8 modi per scrivere una headline

Scopri quali sono le 8 tipologie di headline esistenti e le relative caratteristiche per iniziare a scrivere dei titoli persuasivi!

Leggere di più


0 Commenti6 Minuti

Le leve per persuadere con il copywriting

Le leve per persuadere con il copywriting

Scopri come sfruttare in modo strategico il copywriting per mettere in evidenza i benefici dei tuoi prodotti e servizi.

Leggere di più


0 Commenti5 Minuti