Dopo aver approfondito i “3 principi di Neuromarketing per ottimizzare un sito web”, vogliamo continuare questo percorso ragionando su come le persone elaborano le informazioni, al fine di migliorare la navigazione all’interno di un sito.

Quando si progetta un sito è bene tenere a mente che il cervello, a livello conscio, è in grado di elaborare solo piccole quantità di informazioni. Pertanto, è fondamentale evitare di somministrare troppi input in contemporanea.

Proprio per questo motivo vogliamo introdurre il concetto di “rivelazione progressiva” che consiste nel fornire solo le informazioni necessarie in uno specifico momento.

Spesso si suggerisce di ridurre al minimo il numero di click che deve compiere un utente per ottenere una specifica informazione. Tuttavia, la rilevanza del numero di click è soggettiva in quanto gli utenti non si preoccupano tanto del numero di click da effettuare bensì della giusta quantità di informazioni reperite con essi.

Affinché l’applicazione della rivelazione progressiva sia efficace, è essenziale condurre un’analisi del proprio target per determinare i suoi reali obiettivi di ricerca sul sito. Se l’impostazione generale dei contenuti non è coerente, la navigazione risulterà frustrante, rallentando notevolmente l’accesso alle informazioni desiderate dalla maggior parte degli utenti.

Vediamo insieme un esempio di rivelazione progressiva.

In questa circostanza, il sito di WooCommerce  non inserisce tutte le informazioni in un’unica pagina ma fornisce sostanzialmente due alternative da esplorare, con poco testo ma dal chiaro scopo.

Rivelazione progressiva esempio

Cliccando la seconda scelta da sinistra, l’utente viene portato in una pagina di approfondimento.

Rivelazione progressiva esempio

Se la persona, poi, desidera ulteriori informazioni, WooCommerce mette a disposizione una terza pagina ancora più approfondita.

Rivelazione progressiva esempio

Un ultimo consiglio: come già detto, è bene mostrare agli utenti le giuste informazioni solo quando siano effettivamente richieste. Ciò può essere fatto fornendo una selezione di link da collegare a più pagine di approfondimento, proprio come avviene nel nostro esempio.

Vuoi un aiuto per ottimizzare la navigazione del tuo sito?

Siamo qui pronti per aiutarti.

Contattaci ora

Articoli Consigliati

6 principi per rendere persuasive le tue landing page

6 principi psicologici per rendere persuasive le tue landing page

Scopri come rendere efficaci le tue landing page attraverso sei principi persuasivi, come la legge di Hick o l'Endowment Effect.

Leggere di più


0 Commenti5 Minuti

cover-come-font-influiscono-sulla-attenzione-delle-persone-nei-siti-webcover-come-font-influiscono-sulla-attenzione-delle-persone-nei-siti-web

Come i font influiscono sull’attenzione delle persone nei siti web

Scopri l'importanza che hanno i font nel tuo sito web per attirare e alimentare l'attenzione degli utenti mentre navigano.

Leggere di più


0 Commenti5 Minuti