Il personal branding è la strategia di valorizzazione online e offline di un individuo o, indirettamente, dell’azienda a cui appartiene; si tratta di un elemento chiave per il successo professionale e personale perché il nostro aspetto influenza a livello inconscio il nostro valore percepito. Di conseguenza è essenziale che l’immagine che comunichiamo sia coerente anche con la nostra personalità e i nostri valori.

Questo concetto naturalmente include alcune strategie nella scelta dell’abbigliamento. Approfondiremo, in questo estratto rivisitato dal bestseller ‘Dress for Success’ di John T. Molloy, l’impatto che la scelta di una camicia da uomo può avere nel business. Sempre più uomini si affidano a consulenze personalizzate per migliorare il proprio look e anche una camicia accuratamente selezionata può contribuire a trasmettere un’immagine vincente.

Scegliere i materiali giusti per la propria camicia

Il materiale più comune e più apprezzato con cui vengono realizzate le camicie è il cotone. I vantaggi di una camicia di cotone sono molteplici: è piacevole da indossare, è morbida e relativamente fresca in ufficio. Sfortunatamente, il cotone si stropiccia in modo impressionante quando lo si indossa. E se dovete usare una lavanderia commerciale, saprete senza dubbio quanto sia difficile stirare una camicia di cotone in modo da iniziare la giornata con l’aspetto di chi si è appena svegliato. I materiali più popolari per le camicie sono i tessuti misti di poliestere e cotone (di solito il 65% di poliestere e il 35% di cotone, anche se ci sono variazioni).

Le camicie in poliestere e cotone sono quelle che di solito vengono definite “wash-and-wear” e, sebbene non possano essere semplicemente lavate e indossate senza stirarle, necessitano solo di un minimo ritocco per apparire a posto.

Il poliestere e il cotone non si stropicciano quasi per niente e dopo lunghe ore di utilizzo hanno un aspetto migliore del cotone. Per gli uomini che non possono cambiarsi la camicia durante la giornata lavorativa e vogliono comunque avere un aspetto sempre curato, questa è la scelta perfetta. Tuttavia questi capi tendono a trattenere il calore e di solito non sono freschi e confortevoli come il cotone in estate.

Da considerare come alternativa sono le camicie in maglia, in diverse varianti. L’unico vero vantaggio di una camicia in maglia è che è lavabile senza particolari controindicazioni. Gli svantaggi sono che la maglia non scivola bene sotto la giacca e che è piuttosto calda, in particolare se si tiene la giacca del tailleur tutto il giorno (come si dovrebbe fare). Il metro di misura di una camicia da lavoro è la sua capacità di imitare il cotone e gli unici uomini a cui consiglierei la versione in maglia sono quelli che devono viaggiare tanto e costantemente.

Scegliere i materiali giusti per la propria camicia

Se avete già raggiunto la posizione desiderata e la stabilità economica agognata (nel qual caso… perché state leggendo questo blog?) o se desiderate avere una relazione con una donna facoltosa 😉, allora potete indossare le camicie di seta. Se non rientrate in nessuna delle due categorie precedenti, allora non indossate la seta, non importa quanto vi faccia sentire abbienti.

Se la lavanderia non la rovina al primo tentativo, lo farà al secondo. La seta molto raramente ha un aspetto appropriato per gli affari, e quando mai avete sentito di qualcuno che cercava di ottenere un aumento di stipendio con una camicia di seta?

Evitate sempre qualsiasi camicia che abbia un aspetto lucido, così come tutte le trame trasparenti. Nessuna camicia lucida è consigliabile per un abbigliamento d’affari.

Orientarsi tra le diverse tipologie di camicie: ready-made, semi-custom e full-custom

Ci sono tre tipi di camicie che si possono acquistare, in termini di metodo di confezionamento: prodotte in serie (o già pronte), semi-custom e full-custom. Se avete una taglia comune – nel caso in cui possiate indossare una taglia di colletto standard e uno stile di colletto comune, una lunghezza di manica standard e se non siete né troppo grossi né troppo magri – allora non c’è alcun motivo convincente per acquistare qualcosa di diverso dalle camicie pronte. Queste sono certamente disponibili in un’adeguata varietà e qualità a diversi livelli di prezzo. È possibile acquistare una camicia già pronta e indossarla immediatamente il giorno successivo. Non è necessario acquistarne una quantità minima e a volte si possono fare dei buoni affari.

Vi spieghiamo ora cosa sono le camicie semi-personalizzate anche se quasi mai raccontate come tali. I negozi che le vendono vorrebbero farvi credere che state acquistando una camicia completamente personalizzata, ma non è così. In questi negozi vengono prese alcune misure e viene data una scelta di materiali e stili di colletto e polsini. Le camicie vengono poi confezionate di conseguenza. Di solito, l’ordine minimo è di quattro camicie e la consegna richiede circa sei settimane.

Il vantaggio principale del semi-custom è, ovviamente, la vestibilità. Con i capi pronti si è limitati a taglie intere e mezze per i colletti e a taglie intere per le maniche; in genere solo Dio e il produttore hanno un’idea certa della corrispondenza delle taglie. Inoltre, si deve accettare lo stile di colletto e polsino disponibili. Con il semi-custom, i colletti e le maniche possono essere adattati fino a un quarto di taglia; il corpo della camicia può essere realizzato secondo le vostre esigenze individuali e avete un’ampia scelta di tessuti e stili.

L’unico problema è che non si tratta davvero di camicie completamente personalizzate. Sono generalmente basate su modelli standard (utilizzando quelli più vicini a ciò che serve a voi), tagliate con taglierine automatiche.

A meno che non abbiate una spalla molto più bassa dell’altra, o qualche altra particolarità fisica che renda necessario il full-custom, suggerirei le semi-custom a chiunque possa permettersele, possa acquistare quattro o più camicie alla volta e possa aspettare circa sei settimane per la consegna.

Personalizzazione di una camicia

La camicia completamente personalizzata, pur offrendo il massimo comfort, ogni dettaglio realizzato su misura e i migliori tessuti disponibili, è inaccessibile per la maggior parte degli uomini. Le prove d’abito richiedono molto tempo e, poiché tutto è fatto a mano appositamente per voi, la consegna raramente è rapida. Inoltre, considerata la qualità del servizio di lavanderia tradizionale, il lusso probabilmente non vale l’agonia. Tuttavia, se potete permettervelo, non c’è camicia che possa eguagliare il full-custom.

Una buona vestibilità della camicia: come ottenerla

Indipendentemente dal tipo di camicia che si indossa, è necessario che vesta bene. Un numero sorprendente di uomini non sa nemmeno di che taglia ha bisogno e, di conseguenza, le loro camicie hanno sempre qualcosa che non va. Almeno una volta all’anno, ricordatevi di far prendere le misure delle vostre camicie da qualcuno abbastanza competente da farlo accuratamente.

Fategli prendere le misure. Se potete permettervelo, comprate anche una camicia. Se non potete permettervela, e vi sentite a disagio per averlo/a fatto lavorare senza effettuare un acquisto, comprate comunque la camicia. Poi riportatela indietro il giorno dopo per il rimborso, dicendo che non si abbinava al vostro abito e che ne avete vista una in fondo alla strada che va benissimo.

La prima zona in cui una camicia deve adattarsi è il punto vita.
La camicia deve essere liscia in tutto il suo perimetro, senza spessori sovrapposti o arricciamenti di materiale, ma sufficientemente ampia da consentire un movimento confortevole che permette di sedersi senza che il materiale tiri i bottoni.

La seconda area di vestibilità è la lunghezza. Una camicia deve essere sufficientemente lunga da non uscire dai pantaloni durante le normali attività. Quando acquistate una camicia, verificate la lunghezza e, se ne trovate una comoda, scegliete quella marca e quel taglio. Oltre alla lunghezza, soprattutto se siete alti o robusti, è importante anche il numero e la posizione dei bottoni. La camicia standard ha sei bottoni sul davanti, compreso il bottone del colletto. Se siete alti o robusti e il bottone inferiore si trova a circa un centimetro sotto la vita dei pantaloni, dopo un minimo di attività il bottone si sfilerà sopra i pantaloni e l’apertura sottostante si allargherà, con un effetto orribile.
Se avete questo problema, assicuratevi che il bottone inferiore cada almeno tre centimetri sotto la cintura dei pantaloni. In caso contrario, fatene cucire uno in più. (Alcuni modelli pronti di prezzo contenuto e quasi tutti quelli costosi hanno un frontale a sette bottoni e potete sempre richiederlo se indossate abiti semicustom).

La terza area di vestibilità è il colletto. È il punto più cruciale e anche quello in cui la maggior parte degli uomini indossa la taglia sbagliata. Un anno fa avevano la taglia giusta, ma hanno messo su una quindicina di chili e ora la taglia è troppo stretta.
Spesso il problema è che non si sente troppo stretto, ma sembra che il colletto si stropicci a causa dell’aderenza. Questo accade più frequentemente con le camicie dal colletto morbido, come i tessuti Oxford.
Se indossate camicie semi-custom o full-custom e avete un’ampia scelta di tipi di colletto, dovreste anche sapere che, in definitiva, l’altezza del colletto nella parte posteriore dovrebbe corrispondere alla lunghezza del vostro collo. Un colletto corto su un uomo con il collo lungo enfatizza il suo problema, mentre un colletto alto su un uomo con il collo corto lo fa sembrare una tartaruga.

L’altezza del colletto davanti dipende quasi esclusivamente dall’età. Se siete giovani, senza rughe, il criterio dovrebbe essere l’abbinamento di un determinato colletto con il vostro abito. Se invece siete più anziani e cominciate a vedere le rughe, il colletto va alzato il più possibile per non far risaltare le rughe.
Il colletto deve essere allargato in modo da essere compatibile con i revers dell’abito e da contenere comodamente il nodo della cravatta, senza lasciare spazio (nel qual caso il nodo della cravatta è troppo stretto per l’apertura del colletto) né rigonfiamenti (il che significa che il nodo è troppo grande per l’apertura).

A proposito di colletti, tutte le camicie da abito dovrebbero essere dotate di stecche di plastica rimovibili. L’unica eccezione è rappresentata dalle camicie con colletto abbottonato, che dovrebbero avere un aspetto morbido e naturale. Alcune camicie da donna, a buon mercato, e molte camicie sportive sono vendute con le stecche cucite. Il problema è che, stirando la camicia con le stecche inserite, il colletto lascia delle creste che delineano le stecche e spesso diventano lucide.
Se avete delle stecche rimovibili, toglietele sempre prima di mandare le camicie in lavanderia. Inoltre, se avete diverse camicie con colletti di lunghezza diversa, assicuratevi di usare le stecche giuste per ogni camicia. Se le stecche sono troppo corte per il colletto, non svolgono la funzione per cui sono state progettate e, se il colletto non è sufficientemente rigido, si piegherà e si arriccerà. Se le stecche sono troppo lunghe e l’estremità posteriore viene premuta strettamente contro la piega del colletto, tendono a creare delle grinze o a rigonfiarsi contro il materiale, mostrando il loro profilo.

Il giromanica di una camicia che calza bene dovrebbe essere sufficientemente aperto per consentire un movimento confortevole, ma se è troppo aperto, è necessario così tanto materiale per le maniche che queste risultano troppo larghe (in genere questo non è un problema con le camicie di qualità). Le cuciture delle spalle delle camicie, quelle che dividono il corpo della camicia dalle maniche, devono cadere leggermente sopra il bordo dell’osso della spalla, mai più di un centimetro.
Le maniche delle camicie si misurano da un punto a metà tra le spalle fino ai polsi. La maggior parte degli uomini non lo sa e quindi non capisce perché mettere su qualche chilo richieda maniche più lunghe.

Quando vi misurano una camicia, assicuratevi che vengano misurate entrambe le braccia, non solo una. Se un braccio è significativamente più lungo dell’altro (e questo accade in una percentuale sorprendente di uomini), dovrete indossare camicie semi-personalizzate per ottenere le maniche giuste.
L’estremità della manica della camicia deve arrivare appena sotto l’osso del polso e deve estendersi di circa mezzo centimetro sotto la manica della giacca. (Per ottenere questo risultato, è sempre necessario adattare la giacca dell’abito alla camicia e non viceversa).

I polsini delle camicie

Sette centimetri è la lunghezza standard dei polsini delle camicie per il business. Se indossate polsini con bottoni, due bottoni rendono l’aspetto più omogeneo rispetto a uno, ma si tratta di un dettaglio abbastanza insignificante.

Se indossate polsini alla francese e gemelli (generalmente considerati più eleganti dei bottoni), preparatevi a riprendere spesso le camicie dalla lavanderia con i polsini piegati e stirati male.

I polsini con bottoni devono aderire il più possibile al polso, pur consentendo un adeguato movimento. Mentre parliamo dei bottoni dei polsini, c’è un bottone che può essere molto importante, ed è quello usato per chiudere l’abbottonatura. Si tratta dell’area sopra il polsino in cui la manica si divide. Questo bottone, con la relativa asola, si trova normalmente sulle camicie migliori e viene sempre richiesto da chi se ne intende quando si acquista un modello semi- o full-custom.

I polsini alla francese dovrebbero essere leggermente più larghi. Anche se un gentiluomo non indosserebbe mai un orologio ingombrante per gli abiti da lavoro, a volte questo fattore è determinante per la vestibilità di un polsino, quindi è bene tenerlo in considerazione.

Quando si acquista una camicia, ogni punto sopra menzionato è importante, perché tutti insieme danno la giusta vestibilità complessiva di cui si ha bisogno. Anche se non vi diremo di misurare ogni aspetto di una camicia prima di acquistarla – soprattutto perché so che probabilmente non vi prendereste la briga di farlo – suggeriamo di controllare almeno i punti che vi interessano.

Rivisitazione di:
Dress for success, John T. Molloy, Warner books, 1976

Vorresti migliorare la tua immagine professionale?

Contattaci adesso!

Contattaci ora

Articoli Consigliati

personal-branding-per-il-commerciale-come-valorizzare-immagine-e-strategia-di-un-venditore-da-ars

Personal Branding per il Commerciale: come valorizzare immagine e strategia

In questo articolo parleremo delle prime due applicazioni del Personal Branding per il Commerciale.

Leggere di più


0 Commenti9 Minuti

personal-branding-per-l-hr-come-gestire-la-managerialita-in-azienda-realizzato-da-ars

Personal Branding per l’HR: come valorizzare la managerialità

In questo articolo analizzeremo l'importanza del Personal Branding per l’HR su come gestire la managerialità in azienda.

Leggere di più


0 Commenti12 Minuti